Wydział Teologiczny Uniwersytetu Śląskiego

Oferta WTL UŚ

Nadchodzące wydarzenia

Nie ma nadchodzących wydarzeń

konsultacje - wyjątki

zgłoszone przez pracowników wyjątki w zwykłych terminach konsultacji: brak zgłoszeń

zajęcia dydaktyczne - zmiany/wyjątki

zgłoszone przez pracowników zmiany/wyjątki w zwykłych terminach zajęć dydaktycznych: brak zgłoszeń

ŚLĄSKIE STUDIA HISTORYCZNO-TEOLOGICZNE



1173 opisów(-y)

szukane wyrażenie (1)

zakres wyszukiwania (1)

szukane wyrażenie (2)

zakres wyszukiwania (2)

sortowanie


ilość opisów na stronie

 


wyświetl listy
[kliknięcie na pozycję z danej listy spowoduje wyszukanie odpowiadających jej opisów]:

⇒ autorów

⇒ słów kluczowych


szukane wyrażenie: Kosiński, S. | znaleziono 1 opisów(-y) | strona: 1 spośród: 1



autor: Kosiński, S.

tytuł: August Hlond na Śląsku. W 60. rocznicę erygowania diecezji katowickiej

Śląskie Studia Historyczno-Teologiczne 18 (1985) 7-25

pełny tekst artykułu      spis treści rocznika

słowa kluczowe:

pokaż / ukryj streszczenie (show/hide abstract)

HLOND NELLA SLESIA
II presente articolo e' una versione ampliata di una conferenza tenuta il 23 maggio 1985 nella chiesa di Maria Ssma a Katowice all'occasione del 60° anniversario della nomina di don Agosto Hlond alla dignita' del primo vescovo della diocesi Katowice. Codesta diocesi fu eretta dal papa Pio XI con bolla Vixdwn Poloniae unitas del 28 ottobre 1925. L'articolo presenta l'attivita' di don Hlond nella Slesia Polacca prima da l'amministratore apostolico, poi da vescovo di Katowice. La parte prima dell'art. tratta dell'origine della Delegazione Vescovile nella Slesia Alta e del suo primo pastore don Giovanni Kapica, nominato delegato del card. Adolf Bertram, il vescovo di Wrocław coi poteri del vicario generale per il territorio polacco. Siccome quella Delegazione non godeva dei un riconoscimento da parte della popolazione polacca, Pio XI ha creato per la Slesia Alta una amministrazione apostolica indipendente dalla Arcidiocesi di Wrocław. Quale suo primo amministratore Pio XI nomino' don A. Hlond, fin ad allora provinciale dei salesiani della Provincia austro-ungherese-tedesca con la sede a Vienna. Questa nomina a sorpresa fu di iniziativa personale del papa Pio XI, benché' don Hlond stesso suggeriva al papa la necessita' di creare quella unita'ecclesiastica quale indipendente da Wrocław. A questo scopo don Hlond si reco a Roma e il 7 novembre 1922 fu ricevuto dal papa in udienza privata e nominato amministratore apostolico. Alcuni giorni piu' tardi, il 11 novembre dello stesso anno il papa nomino' don Hlond protonotario apostolico ad instar participantium. L'ingresso alla chiesa di Maria Ssma a Katowice ebbe luogo il 17 dicembre dello stesso anno con larga partecipazione del fedeli. La parte seconda dell'articolo tratta del processo di organizzazione dell'amministrazione apostolica nella Slesia polacca. Quale primo atto ufficiale di Mons. Hlond era Edmund Dalbor. Gli inizi del lavoro del nuovo Amministratore Apostolico della Slesia erano assai difficili, sia per la mancanza dei mezzi materiali sufficienti sia per la mancanza dei collaboratori adeguati. Quella fu l'organizzazione di tutto cominciando dalla base. Per prima il mons. Hlond organizzo' la Curia Vescovile, quindi creoTorgano ufficiale della Curia "Rozporządzenia Administracji Apostolskiej" (Disposizioni dell'Amministrazione Apostolica), di cui iJ primo numero apparve il 6 maggio 1923. Gia'il 5 gennaio dello stesso anno il mons. Hlond nomino'il Concilio diocesano costituito da 11 membri — sacerdoti con don Giovanni Kapica a capo. Il 1 febbraio creo'la Corte della prima instanza. Quindi divise i decanati troppo grandi e ne creo'di piu'meno estesi. Eresse pure nuove parocchie. Comincio'la costruzione della nuova cattedrale a Katowice. Curo' i lavori della costruzione del nuovo edificio per la Curia vescovile e del Seminario diocesano a Cracovia. A. Hlond dedico'pure gli sforze per la costruzione della casa per gli esercizi spirituali. La parte terza del articolo e'dedicata alle attivita' diocesane dell'Amministratore Apostolico della Slesia Polacca. Quale questione della prima importanza il mons. Hlond intendeva il Seminario diocesano per i candidati al sacerdozio per la diocesi, di cui primo rettore nomino' don Wawrzyniec Pucher. Nel 1923 grazie all'iniziativa di don Teofil Bromboszcz e'stata creata "La Societa'Scientifica dei Sacerdoti della Silesia", e poi "Circolo Omiletico" e "L'opera delle vocazioni". Nello stesso 1923 A. Hlond fondo' il settimanale per le famiglie cattoliche "Gość Niedzielny" (L'ospite della domenica). L'anno dopo (1924) fondo' la Lega Cattolica (Liga Katolicka). Egli organizzava dei Convegni Cattolici e pellegrinaggi a Chiaro Monte di Częstochowa. Nel 1925 riusci' ultimare passi per la coronazione dell'Immagine miracolosa di Maria Ssma a Piekary Śląskie. La coronazione fu eseguita dal Nunzio Apostolico in Polonia mons. Lorenzo Lauri. Lo stesso anno egli stette a capo del pellegrinaggio diocesano a Roma organizzato da don Józef Gawlina. Il mons. Hlond sviluppo' anche le attivita' caritative e sociali. Il 27 luglio 1924 egli diede vita al Segretario della Beneficenza Diocesana "Caritas" e in seguito al Comitato di Soccorso Silesiano. Egli fondo' inoltre la Lega Antialcoolica per il ricupero delle vittime delle bevande alcooliché. Combatteva la miseria a la disoccupazione nella Slesia. Emise numerose lettere pastorali e appelli di circostanza. Don. A. Hlond prendeva attivamente parte alla vita della Chiesa della Polonia. Nel 1924 partecipo' al Convegno di unita'delle Chiese a Velehrad da parte dell'Episcopato polacco. Ebbe diversi incarichi nell'Episcopato. Tra l'altro era membro della Commissione Pontificia. Partecipo' ai Convegni cattolici. D'altro canto continuava a partecipare attivamente alla vita salesiana. Nel 1923 partecipo' alla Riunione degli Exalievi salesiani a Oświęcim nel 25° Anniversario della venuta dei Salesiani di Don Bosco in Polonia. Nel 1925 prese parte al Congresso Missionario Giovanile a Oświęcim e nel 1926 nel Congresso Missionario Salesiano a Łódź. A Katowice ospitava numerosi prelati della Chiesa tra cui il card. Giovanni Cagliero e il card. Louis Dubois. Come vertice dell'attivita'molteplice ed intensa di don Hlond fu la fondazione da Pio XI il 14 dicembre 1925 della diocesi di Katowice e la chiamata l'amministratore apostolico fin ad allora quale suo primo vescovo. La consacrazione al vescovo gli e'stata conferita dal card. Al. Kakowski il 3 gennaio 1926. Il 22 dello stesso mese il vescovo Hlond fondo' il Capitolo cattedrale. Circa 6 mesi dopo il papa Pio XI lo chiamo' alla sede arcivescovile di Gniezno e di Poznań. Quale primate e poi anche cardinale, Hlond si interessava vivamente della vita cattolica della Slesia Alta, visitando non di rado la diocesi gia' sua. La parte quarta tratta delle difficolta' che il mons. Hlond incontrava da parte della popolazione tedesca. Nonostande tutte le difficolta' il vescovo si dimostro' tenace e pieno di vivo ottimismo. Sia gli sacerdoti che i fedeli egli li seppe conquistare grazie alla sua innata bonta', benevolenza, delicatezza ed entusiasmo. Facendo bilancio dell'attivita' del mons. Hlond nella Slesia, l'articolo le riconosce indiscutibilmente positivo. I meriti di mons. Hlond nella formazione della vita religiosa ed ecclesiale e nell'organizzazione dell'amministrazione apostolica nella Slesia Alta sono pietra miliare nella storia della religione cattolica di quella parte della Polonia.



strona: 1 spośród: 1
znaleziono: 1 opisów(-y)